GIOVANNA SALVATI

GIOVANNA SALVATI

Informazioni di base

domenica, 21 ottobre 1979
Donna

Informazioni di contatto


84132 SALERNO(SA), ITALIA
3498758998

Giovanna Salvati nasce a Salerno, il 21 Ottobre del 1979, dove attualmente vive e svolge la sua attività artistica.
Si diploma in Restauro e Conservazione dei Beni Culturali presso il Liceo Artistico “Andrea Sabatini” e, successivamente, consegue con successo la laurea in lettere moderne.
Dopo la laurea, svolge diversi lavori: inizia nel terzo settore come responsabile di progetto in associazioni di volontariato (Arci Ragazzi, Arci Servizio Civile di Salerno), poi come segretaria presso due importanti aziende edili della provincia di Salerno.
Durante le sue esperienze formative e lavorative non ha mai abbandonato l’attività di pittrice, frequentando numerosi corsi per arricchire il suo percorso artistico, per citarne alcuni: Operatore Tecnico del Rilievo dei Monumenti, corso di illustrazione intitolato “Racconti per immagini entrambi presso il Liceo Artistico A. Sabatini di Salerno, corso di fotografia “Chiedimi cos’era una Nikon F” con Armando Cerzosimo e infine, “Beyond Illustration, con l’affermato illustratore Gianni De Conno e organizzato da Lucca Comix.
Dal 2000 in poi, segna la sua presenza sul campo con diverse mostre collettive e personali. Importante sarà la sua partecipazione al gruppo “T.i.a.L. - Tecniche in Associazione Libera”, e la mostra “Equilibri” che la vede impegnata in un percorso artistico/letterario dell’Associazione culturale “Aut Aut” di Battipaglia, mentre per la rassegna d’arte Camp’Art, vince il primo premio (sezione fotografia questa volta) con 3 scatti intitolati “Bagliori di Luce”.

Contestualizzare è l’operazione necessaria per comprendere ciò che lega le tele e Giovanna Salvati”
Giovanna non perde occasione per appuntare nella sua mente, o su un taccuino, le immagini che si presentano davanti agli occhi: teatro, musica, libri, passeggiate e viaggi sono la linfa vitale per le sue opere. Concentra le sue giornate nella lettura e nello studio perenne di uno stile artistico che possa esprimere a pieno la sua personalità: pignola , semplice e sinceramente curiosa della vita che la circonda. Con la testa tra le nuvole, annusa l’aria e trova in essa quella ventata di sincerità che poi trasforma in soffio d’arte.
L’intreccio che definisce l’opera ha un suo senso logico, pensato in ogni suo punto e modificato soltanto dall’istinto e dalle sensazioni che lo guidano